EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Ghali celebra con un video Assassin’s Creed Origins.

Il poeta rap italiano Ghali, avvolto in una cappa e a cavallo in un deserto, è il misterioso protagonista di un video nei panni di Bayek, personaggio principale del gioco di Ubisoft.

Un’aquila che taglia l’orizzonte, un deserto egiziano e sullo sfondo maestose piramidi e lussureggianti oasi. L’atmosfera è carica di emozione e di aspettativa, come prima delle battaglie più epiche. Ma a destare più attenzione è l’uomo a dorso di un cavallo, al centro della scena: il viso è coperto, ma le sue fattezze lo riconducono ad un grande combattente che fa del mistero la sua arma più forte. Poi la musica si fa più intensa, il velo che copre il viso si abbassa e a comparire non è un soldato di ritorno da una guerra, ma il più promettente ‘combattente’ della scena rap italiana, #Ghali.

Ventiquattro anni, capace di imporsi sulla scena musicale con la forza delle sue canzoni, considerato il poeta rap italiano, sta scalando in poco tempo le classifiche delle hit più ascoltate con decine di milioni di visualizzazioni su Youtube e con oltre un milione di follower su Instagram.

Ghali è stato scelto dal leader dell’intrattenimento digitale Ubisoft per celebrare il videogioco fenomeno Assassin’s Creed Origins, uscito il 27 ottobre 2017, vestendo i panni del protagonista Bayek.

Lo fa con un video postato sulla sua pagina Youtube

in cui reinterpreta in maniera personale il protagonista del videogioco, in un’affascinante ambientazione che rievoca l’esotico scenario egiziano.

Assassin’s Creed è una saga lunga dieci anni iniziata nel 2007 e racconta delle origini antichissime della confraternita degli assassini, mille anni prima della sua fondazione. Il gioco ha reso necessario un meticoloso lavoro di ricerche storiche e perfezionamenti tecnologici, condotti da un team internazionale.

Elena Tarantola

Web Writer, Content Manager & News Reporter del sito.